Perchè perdo a Magic l'Adunanza


"Datemi retta! Sarò onesto con voi, non offro i vecchi monotoni consigli, ma i nuovi crudi consigli."
- Walt Whitman, Song of the Open Road

E' con questo poema che Fred Reinfeld apre il suo libro: "Perchè perdete a scacchi", uno dei manuali di scacchi più letto e praticamente più utile che sia mai stato pubblicato. Piuttosto che scrivere un libro di scacchi tradizionale, molto di cui Reinfeld descrive è "parlare ad una riunione di maestri da qualche parte sul monte Olimpo", Reinfeld descrive le pratiche ed eloquenti ragioni per cui il giocatore mediocre di scacchi (io stesso fortemente incluso) perde le partite.

Mentre in primo luogo suggerisco questo libro a tutti i giocatori di scacchi, molte delle idee di Reinfeld, osservazioni e accuse si possono applicare ugualmente bene a Magic. Così, usando il metodo di Reinfeld ed ragionando, esaminerò le cause per le quali si perde a Magic. Proviamo però a diventare aperti ai concetti, dopo tutto, tutti perdiamo a Magic (ancora, io stesso fortemente incluso).

Così, sottoponete il vostro ego a provvisori colpi, e scoprirete perchè perdete a Magic.

MOTIVO UNO: PERDETE PERCHE' NON AVETE IDEA CHE GENERE DI GIOCATORE SIETE

Tutti hanno il proprio stile particolare di gioco con il quale si ritengono a proprio agio, a prescindere dai risultati. Il giocatore che realizzerà ugualmente bene in ogni situazione non esiste. Piuttosto, tutti abbiamo i nostri stili e talenti specifici. Se usati correttamente, possono essere un grande vantaggio alla vostra partita. Ignorateli e vi guadagnerete uno svantaggio enorme.

1) perdete perchè non avete idea che genere di giocatore siete.

Ci sono molti tipi differenti di giocatori Magic.
In primo luogo, l'attaccante. L'attaccante gradisce i gioco veloce e sta meglio sull'offensiva. L'attaccante gioca al massimo con grimori tipo stampy, sligh, o comunque nero.
In secondo luogo, c'è il controllante. Il controllante desidera essere conduttore del gioco e gioca mirando a rendere impotente l'avversario. Il controllore gioca con un grimorio tipo draw-go o prigione.
Per concludere, c'è il giocatore di combinazioni. Il giocatore di combinazioni desidera giocare come un glorioso il solitario ed è solito vincere con una improvvisa svolta alla partita. Il giocatore di combinazioni gioca bene con mazzi rifornimento o simili.

Ora, è falso dire che un tipo di giocatore non può giocare un grimorio che non corrisponde al suo stile di gioco.
Tuttavia, non giocheranno mai quel grimorio al 100%. Un giocatore sarà sempre più comodo e più efficace con un grimorio che si abbina al tipo di giocatore che sono.
Ma non conoscete che genere di giocatore siete, infatti perdete.

Come scoprire che genere di giocatore siete? Bene, ci sono alcune domande che possono aiutare.
Con quali colori ti piace giocare
Preferisci i giochi complicati o quelli semplici?
Giochi corti o lunghi?
Gradisci le sorprese, o sei un fanatico controllore?
Devi avere un programma, o preferisci giocare d'istinto?

Questo tipo di quiz sulla personalità Magic può aiutare a capire che genere di giocatore siete, ma niente può sostituire esperienza. Solo provare i tipi differenti di grimorio e vedere quali risultano i più giusti garantisce l'esattezza delle risposte date. Conosciti! Smetti di ostacolarti per non conoscerti!

Conoscersi torna utile nelle competizioni così come durante la costruzione del grimorio. Un eccellente giocatore casuale può essere re nella sua stanza ma a disagio in un salone di torneo.
Allo stesso modo, i grandi e competitivi giocatori divorano tornei ma sono incapaci di giocare in un ambiente diverso

Se siete il migliore in ambiente casalingo probabilmente lo sareste anche nelle competizioni minori, come pre-Releases o tornei. Purtroppo, il pro-Tour non è probabilmente per voi.
I giocatori competitivi probabilmente otterranno successo ai tornei competitivi come le qualificazioni o le regionali, ma non possono fare così bene alle pre-Release.

2) perdete perchè contate sul vostro alibi.

L'alibi è la scusa in cui credere per giustificare le sconfitte. Non prendertela, siamo tutti uguali.
Quante volte hai sentito:
"Ho avuto il mana a cavolo"
"lo odio proprio questo mazzo"
"una partita da incubo"
"ha avuto fortuna"
"aveva un grimorio al top e il mio faceva schifo"
"non ho dormito la notte scorsa"

e ancora.

Quando l'ultima volta che hai detto:
"il suo grimorio era migliore del mio e lui ha giocato meglio"
dopo avere perso?

A tutti piace vincere e, conseguentemente, tutti noi abbiamo il terrore di perdere. Così, dopo che perdete, fornite il vostro alibi - la giustificazione per perdere.
Un alibi è confortevole e vi protegge dal disappunto. Siete meno preoccupati di perdere perchè il vostro alibi è là pronto.
Mentre Reinfeld dice, "l'alibi è applicato dopo la prima sconfitta, poi prima di ogni altra".

In primo luogo, l'alibi è controproducente. Da al vostro avversario un certo credito per un lavoro fatto bene. In secondo luogo, l'alibi è distruttivo. Una volta che siete mentalmente chiusi da questa falsa ragione per la quale non potete vincere, esso vi impedisce non soltanto di scoprire perchè voi realmente non vincete, arresta anche la ricerca delle soluzioni per vincere.

Finche contate sul vostro alibi, non potrete mai arrivare alla radice dei vostri problemi, o correggerli. Gettate il vostro alibi.

Così, COMPRENDI E APPROFITTA DELLE TUE FORZE. GIOCA CON STILE E DIMENTICA IL TUO ALIBI.

Bene, questo è un buon inizio.

Ora ricostruisci il tuo ego correggendo le ragioni per le quali perdi. Ti sentirai meglio e giocherai meglio.



Chiosa di pyotty (o del: "non c'e niente da fare se è più forte di te")
Imbroglia e verrai imbrogliato, sfotti e verrai sfottuto, gioca e verrai giocato.

L'unica soluzione è non giocare.